MI OCCUPO DEL RECUPERO DELLA LANA DI PECORE NOSTRANE PER REALIZZARE OGGETTI, FILATI E ACCESSORI, AFFIANCANDO IL LAVORO DI RIUTILIZZO DI QUESTO NOBILE MATERIALE AD UNA RICERCA SULLE SUE INNUMEREVOLI E ANTICHE TECNICHE DI LAVORAZIONE.

martedì 21 giugno 2011

creazioni di maggio

Finalmente ho chiesto al mio fotografo di fiducia (!!!) di documentare il prodotto del mio fervore creativo primaverile, e questi sono i risultati:

filato composto da lana pettinata verde e rosa, acquistata, e lana bianca mia.




Questa matassa invece è composta da lana rossa (acquistata) e lana bianca mia


Stessa cosa per il gomitolo verde, raccolto in questo cestino assieme alla lana cardata di partenza, da cui traevo il primo filato che ho fotografato



filato marrone naturale
in lavorazione sulla rocca


Non mi so ancora spiegare il perché, ma questa lana era molto più ricca di lanolina di quella che ho filato finora, bianca, e lavorarla e tenerla tra le dita è stato un piacere per i polpastrelli!!


 E questa, infine, è un filato a due capi di lana esclusivamente mia; il capo giallo- nocciola è il risultato del mio primo tentativo di tintura casalinga naturale! Il colore deriva dal caffè, pensa te!