MI OCCUPO DEL RECUPERO DELLA LANA DI PECORE NOSTRANE PER REALIZZARE OGGETTI, FILATI E ACCESSORI, AFFIANCANDO IL LAVORO DI RIUTILIZZO DI QUESTO NOBILE MATERIALE AD UNA RICERCA SULLE SUE INNUMEREVOLI E ANTICHE TECNICHE DI LAVORAZIONE.

mercoledì 20 luglio 2011

anche bianco non è male...

In questi giorni sono ritornata a filare lana bianca. Forse per un po' mi riterrò soddisfatta dei miei esperimenti con i colori, e mi accontenterò dal candore naturale della lana.



Ehm... mi rendo conto dalle foto che di candore proprio non si può parlare per ora... ma ho intenzione di provare a sbiancare la lana immergendola in succo di limone, come ho letto che si può fare da qualche parte.



Ma non sto solo filando!
In questi giorni ho preso il coraggio a due mani, e mi sono messa a cercare spiegazioni sul come eseguire il merletto con il tombolo. Così ho scoperto che esiste anche un merletto ad ago, senza fuselli; allora, mentre attendo che i fuselli da me creati ieri sera con l'argilla si secchino ben bene al sole e siano pronti ad accompagnare le mie dita in nuovi orizzonti, mi sono cimentata con il merletto ad ago. Finora ho realizzato una fogliolina, non ancora "presentabile"... diciamo. Mi è stato mooooolto utile questo sito http://merlettoadago.blogspot.com, da cui poi ci si può collegare a un mondo di altri blog sull'argomento. Come informazioni generali di storia e tradizione del merletto, invece, vi consiglio:
http://www.fioretombolo.net e http://www.laceguild.demon.co.uk.