MI OCCUPO DEL RECUPERO DELLA LANA DI PECORE NOSTRANE PER REALIZZARE OGGETTI, FILATI E ACCESSORI, AFFIANCANDO IL LAVORO DI RIUTILIZZO DI QUESTO NOBILE MATERIALE AD UNA RICERCA SULLE SUE INNUMEREVOLI E ANTICHE TECNICHE DI LAVORAZIONE.

mercoledì 21 maggio 2014

Corso creativo di feltro ad acqua, a Malo


Il sabato pomeriggio è il momento ideale per creare con le proprie mani e imparare qualche cosa di nuovo. Con il feltro di lana si possono realizzare interessanti accessori, e non solo per l'inverno, e con questo laboratorio imparerete la tecnica base per poi creare in autonomia. Venite a scoprire come!



lunedì 19 maggio 2014

Tintura con i "vasi solari"

Sono ormai dei mesi che ho iniziato a tingere la lana utilizzando una tecnica che si potrebbe davvero definire a 0 impatto ambientale: 

la tintura naturale con i vasi solari.

E dire che sono dei mesi che lo faccio, non significa che mi ci applichi in continuazione, ma che semplicemente lascio fare al tempo e al sole.

Cosa intendo dire?


Questo autunno (chissà perché è sempre l'autunno il mese delle tinture per me...) ho raccolto svariato materiale tintorio

anche se nulla di "esotico" e ricercato, ma bensì piante che trovo con facilità: edera, cavolo cappuccio viola, fitolacca, curcuma, cipolla, reseda...



Ebbene, ho messo foglie, frutto o radice su grandi vasi di vetro


e aggiunto il filato di lana che intendevo tingere, coprendo poi tutto con acqua.


Ho aggiunto del mordente, chiuso ben bene i vasi, e posti sul balcone rivolto a sud, in modo da approfittare della maggiore irradiazione solare.


A questo punto non c'è che da attendere: settimane, mesi, anni? Tutto dipende dalla vostra cusiosità!

Io, dopo mesi di osservazione giornaliera, ho aperto infine i vasi a primavera, e l'emozione di non sapere esattamente cosa uscirà dal vaso solare supera addirittura quella che si prova quando si alza il coperchio della pentola nella tintura "tradizionale" casalinga.






Niente fuoco quindi, nè pentoloni! Solo la voglia di lasciare nelle mani del sole, e del tempo, le nostre lane, e dimenticarcene per un po'.

Io ho preso diversi spunti leggendo questi blog: http://riihivilla.blogspot.fi/ e http://growingcolour.blogspot.it.
Ovviamente, con la stessa tecnica, si possono tingere sia lana in biocco che tessuti.
Provare per credere!