MI OCCUPO DEL RECUPERO DELLA LANA DI PECORE NOSTRANE PER REALIZZARE OGGETTI, FILATI E ACCESSORI, AFFIANCANDO IL LAVORO DI RIUTILIZZO DI QUESTO NOBILE MATERIALE AD UNA RICERCA SULLE SUE INNUMEREVOLI E ANTICHE TECNICHE DI LAVORAZIONE.

giovedì 26 febbraio 2015

Mad as a hatter?



Vi presento i miei cappelli in feltro di lana locale



lana non tinta né trattata (niente mercurio quindi... se volete sapere infatti l'origine del detto "mad as a hatter" ovvero "matto come un cappellaio", leggete l'interpretazione che ho trovato su wikipedia qui



100% fatti a mano


Sono disponibili in diverse misure...


...e modelli, dalle forme più classiche a quelle un po' bizzarre... (per ora niente cilindro da Cappellaio matto, ma mai dire mai!)


Allora, chi di voi sa rispondere all'indovinello del the mad Hatter ne "Alice nel paese delle meraviglie" di L. Carol?

“Mad Hatter: “Why is a raven like a writing-desk?”
“Have you guessed the riddle yet?” the Hatter said, turning to Alice again.
“No, I give it up,” Alice replied: “What’s the answer?”
“I haven’t the slightest idea,” said the Hatter”

 Già, quante volte mi capita di "non averne la benché minima idea"!