MI OCCUPO DEL RECUPERO DELLA LANA DI PECORE NOSTRANE PER REALIZZARE OGGETTI, FILATI E ACCESSORI, AFFIANCANDO IL LAVORO DI RIUTILIZZO DI QUESTO NOBILE MATERIALE AD UNA RICERCA SULLE SUE INNUMEREVOLI E ANTICHE TECNICHE DI LAVORAZIONE.

domenica 18 settembre 2016

IN ARRIVO PER L'AUTUNNO 
LE MAXIMAGLIE!

Lavorate ad uncinetto con passione e amore,
 per rendere protagonista la lana locale durante i nostri inverni!








venerdì 16 settembre 2016

STORIE DI PASCOLO VAGANTE - ALLA RADIO!


Mentre trascorreva un febbricitante pomeriggio di uncinettatura sfenata per chiudere in tempo un lavoro iniziato ormai da troppo tempo, ho ascoltato alla radio la bella intervista a blacksheep ovvero Marzia Verona, la blogger che ha pubblicato un libro in cui racconta le "storie di pascolo vagante" titolo che da anche il nome al suo blog.

Ho iniziato a seguire Marzia e le sue cronache sulla pastorizia agli albori del mio interessamento per questo mondo, quando -sentendomi un po' sola!- cercavo in rete un aggancio di qualsiasi tipo a realtà di pastorizia nel Nord Italia. Le sue riflessioni sulla vita del pastore, sul lavoro con le pecore, le storie attorno e dentro ai greggi sono sempre interessanti e puntuali; scoprire che ora ne è nato un libro è stata una graditissima sorpresa, e per farvi venire voglia di conoscere l'autrice e il suo lavoro vi rimando ai link del suo blog pascolovagante.wordpress.com/ e della trasmissione radiofonica da cui potete scaricare il podcast dell'intervista: Fahrenheit - Storie di pascolo vagante -

Il libro è pubblicato da Laterza e lo potete trovare qui!

sabato 6 febbraio 2016

FELTRO DI LANA E AGRICOLTURA BIOINTENSIVA: NUOVI CORSI A SANTORSO!

Con il nuovo anno, e la voglia matta di primavera, torna la voglia di mettersi in gioco, seguire l'istinto naturale ad apprendere ogni giorno qualche cosa in più e lasciarsi andare alla curiosità di provare cose nuove, in tutti i sensi! E a Santorso le occasioni per farlo con mancano!

Ma vediamo più nel dettaglio...

La settimana prossima, per gli amanti del fai-da-te che desiderano creare con materiali naturali e reperibili non necessariamente nei negozi ma, appunto, nella NATURA, c'è il primo di due incontri sulla lavorazione del feltro di lana. Il progetto che verrà realizzato sarà un paio di pantofole fatte sulla misura proprio del piede di chi poi lavorerà il feltro, ma sarà anche l'occasione per imparare la storia, la lavorazione e le tecniche di realizzazione del feltro e dei piccoli trucchi per poter poi creare in autonomia molto altro.




Nel primo sabato ci conosceremo e inizieremo a fare il feltro, con cui la volta successiva confezioneremo le nostre personalissime ciabatte in lana, il tutto nel confortevole ambiente della Casa del custode in Villa Rossi a Santorso, adiacente al già noto Parco Rossi. Parleremo di lana, di come si lavora a partire dalla fibra grezza e degli infiniti usi che si può fare con questo interessantissimo materiale.

E' possibile iscriversi chiamando la segreteria della Coop. Ecotopia dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 12:30 al numero 0445/641606.

Ma udite udite... questo corso di feltro si inserisce in un fitto programma di attività alla Casa del Custode realizzate dalla Coop. Ecotopia e che, solo per accennarne alcuni, prevederà workshop sul libro e legatoria, pittura e acquarello, corso di tintura naturale e animazione... sia per adulti che per bambini! A presto qui o sul sito della Cooperativa Ecotopia il programma completo!


Secondo appetitoso appuntamento il mese successivo, a marzo! Qui di seguito il volantino del corso, con tutte le indicazioni a riguardo:


 Corso teorico-pratico: L'ORTO BIOINTENSIVO a Santorso!
 Poco terreno, massimo raccolto!!!

Dove: Santorso (VI), Casa del custode, via S.Maria.ed in campo lungo il Timonchio.

Organizzato da un gruppo di amici di Santorso e dintorni che stanno sperimentando e condividendo
esperienze in campo agricolo e non solo. Nato durante un Open Space di Santorso in Transizione nelfebbraio 2015, il gruppo sta da un anno progettando un terreno secondo i principi della permacultura,
cercando soluzioni locali riguardanti la resilienza alimentare, ricreare i legami tra chi produce il cibo e
chi ne beneficerà! Recentemente il gruppo sta lavorando nella creazione di un orto-frutteto-bosco (food
forest).

Quando: Sabato e Domenica 12 e 13 Marzo dalle 9.00 alle 17.30

Costo: 60 euro

Cos'è l'agricoltura biointensiva?

L'agricoltura biointensiva è una combinazione di pratiche agronomiche usate nel 1700 nelle periferie di
Parigi, metodi Biodinamici nati attorno al 1920,tecniche risalenti a 4000 anni fa in Cina, contestualizzateai bisogni, alle esigenze e alle problematiche attuali.


Vi interessa:
-coltivare ortaggi biologici e allo stesso tempo rigenerare il suolo?
-abbattere l'uso di fertilizzanti organici acquistati, ridurre il consumo di acqua, minimizzare i consumi dicombustibili fossili, per un minor impatto ambientale e una riduzione dei costi??
-sapere come produrre un grandissima quantità di cibo da un piccolo pezzetto di terra???
In più ti sei mai chiesto:
-qual è la superficie minima di suolo che serve ad un essere umano per la propria autosufficienza?
-come faremo a coltivare il nostro cibo senza l'uso del petrolio quando questo sarà sempre più scarso
e costoso?

Perché biointensivo?
Biologico usando solo prodotti organici, senza l'impiego di qualsiasi tipo di sostanze chimiche di sintesi,
veleni,
Intensivo perché massimizza gli spazi e la quantità del raccolto grazie a semplici tecniche agronomiche

PROGRAMMA:

Sabato 12 Marzo 2016 ore 9.00-17.30

Parte teorica: Presentazione del corso. Conoscere il suolo, cenni di microbiologia, struttura e tessitura
del suolo. Capire il suolo per lavorarci assieme. In dettaglio le tecniche biointensive. Letti di semina,
aiuole permanenti, realizzazione e manutenzione.

Parte pratica:Analisi del suolo fatte in casa, creazione delle aiuole permanenti a doppio scavo

Domenica 13 Marzo 2016 ore 9.00-17.30

Parte teorica: Fertilità nell'orto biointensivo, compost come produrlo ed il suo ruolo, Cenni di
rigenerazione del suolo. Semine, trapianti, distanze e sesto d'impianto.
Parte pratica: Creare un cumulo di compost. Semine e trapianti nell’orto biointensivo.


Per entrambe la giornate, a pausa pranzo l’idea è quella di condividere e mangiare assieme nel campo:
Portiamo tutti del cibo da condividere!


PER ISCRIZIONI
Entro e non oltre l'1 Marzo 2016
Mandare una mail a : slittoe@gmail.com con scritto:

Oppure chiamando al 3703316127

Massimo 30 partecipanti.

Docente del corso: Enrico Battistello, agrotecnico, ha prestato servizio di volontariato per 5 anni in un
progetto di sviluppo sostenibile, realizzando orti biointensivi in aree rurali del sud del Messico. Tra le
varie esperienze ha partecipato a corsi riguardanti l'agricoltura rigenerativa ed ha collaborato nella
gestione di una fattoria integrale dove si producono ortaggi biologici, uova di galline e compost dilombrichi.

Lo scopo del corso è anche, e soprattutto, quello di condividere, creare rete, scambiarci idee ed
esperienze su come migliorare la fertilità delle nostre terre, produrre cibo locale e genuino e ragionare
assieme su che passi camminare verso la resilienza delle nostre comunità.


Ma, ripeto, questo è solo l'inizio!